NOVITà

Nuova linea per la maschiatura

In molte tipologie di industrie è necessario avere dei maschi versatili che possano essere utilizzati per diverse applicazioni.

Abbiamo sviluppato una linea di maschi ad alte prestazioni in HSS, HSS-E e HSS-PM, con geometria universale, che possono fornire una soluzione efficace a questa necessità.

I prodotti X-Line infatti sono particolarmente indicati per la lavorazione di materiali diversi quali:

  • Acciai naturalmente duri
  • Acciai bonificati
  • Leghe ad alto tenore di Cromo e Nichel

e possono essere impiegati per materiali a truciolo lungo e a truciolo corto con resistenza fino a 1300 N/mm².

I maschi sono disponibili nelle due versioni per fori passanti art. 13714 1,5xD

maschi x-line nui utensili europa hss hss-e pm-hss cutting tools maschiatura filettatura
maschi x-line nui utensili europa hss hss-e pm-hss cutting tools maschiatura filettatura

e per fori ciechi art. 13715 2,5xD con elica 50°, nelle misure da M2 a M30 in tolleranza 6HX

maschi x-line nui utensili europa hss hss-e pm-hss cutting tools maschiatura filettatura
maschi x-line nui utensili europa hss hss-e pm-hss cutting tools maschiatura filettatura

Il rivestimento BALINIT® Hardlube - TiAlN + WC/C garantisce durezza e resistenza alle alte temperature grazie al TiAlN mentre grazie al rivestimento WC/C è particolarmente apprezzato per il basso coefficiente di attrito e le proprietà lubrificanti che garantiscono un ottimo scorrimento del truciolo anche in condizioni di lubrificazione minima.

DOWNLOAD SCHEDA TECNICA

Articolo pubblicato lunedì 10 giugno 2019

Utensili per la svasatura

In moltissime tipologie di industrie è necessario creare degli incassi per le teste delle viti in modo che queste non sporgano dalle superfici dei pezzi lavorati. Molto spesso questa tipologia di operazione si utilizza quando è necessario accoppiare dei lamierati.
Per effettuare queste tipologie di operazioni si possono utilizzare delle diverse tipologie di utensili: le punte a due diametri o gli svasatori.
Le punte a due diametri consentono di effettuare il foro e l'incasso con uno stesso utensile in una sola passata mentre nel caso degli svasatori è necessario effettuare un preforo prima di utilizzare lo svasatore per creare l'incasso.
Nel primo caso vi consigliamo le punte a due diametri ad eliche indipendenti che sono disponibili sia con codolo cilindrico sia con codolo conico che creano un incasso per viti svasato a 90° o un incasso per viti a testa cilindrica. Nel secondo caso è più corretto parlare di lamatura piuttosto che di svasatura.

La serie 10500 e 11520 in HSS (acciaio super rapido) creano rispettivamente un incasso per viti a testa cilindrica e un incasso per viti svasate a 90°.

punta a due diametri svasare forare sede vite foratura nui utensili europa cutting tools
punta a due diametri svasare forare sede vite foratura nui utensili europa cutting tools

La particolarità di queste punte è che diversamente dalle punte a due diametri standard sono di fatto due utensili con caratteristihe e geometrie proprie condensate in un unico utensile. Ogni diametro presenta infatti la spoglia dorsale e il bordino di guida: questi vengono mantenuti per tutta la vita dell'utensile, anche in caso di riaffilatura, così come la concentricità tra i due diametri.

Qualora ci sia già il foro o si debba eseguire un preforo preliminare si possono utilizzare i nostri svasatori: 12510TiN, in HSS con rivestimento TiN a 3 taglienti per creare incassi per viti svasate a 90°. Il rivestimento TiN consente di affrontare temperature più elevate riducendo al contempo l'attrito dell'utensile.

svasatore svasare svasatura sede vite 90 gradi nui utensili europa cutting tools

Se invece la necessità è di creare una svasatura per la sede di viti a 90° o a 180° eseguendo un preforo con un perno fisso di guida si può optare per gli svasatori 12562 e 12560 o la versione con codolo conico a 180°.

svasatore alesatura svasatura nui utensili europa cilindrico
svasatore alesatura svasatura nui utensili europa cilindrico

Articolo pubblicato giovedì 02 maggio 2019

Foratura con punte Extra Lunghe NUI

La forgiatura è un processo industriale di deformazione plastica a caldo dell’acciaio sotto magli e/o presse al fine di rendere il materiale più compatto e resistente senza tranciarne il senso delle fibre.


Il forno con la lavorazione a caldo e in primo piano il manipolatore carrellabile

 

I manufatti metallici, di varie sezioni, sono portati ad alta temperatura e lavorati o con ripetuti colpi, di un maglio, o sotto l'azione di spinta di una pressa al fine di cambiarne permanentemente la forma del particlare senza portarlo a rottura. Per essere precisi, solitamente ci si riferisce al termine "forgiare" quando la pressione impressa è stabile durante un determinato lasso temporale, mentre per "fucinare" intendiamo invece l'impressione di una forza ad impulso, ovvero mediante ripetuti colpi.

La pressa da 1000 tonnellate con gli stampi e le spine per la sbozzatura
 

Gli acciai presentano la caratteristica di ammorbidirsi in funzione dell’ aumento della propria temperatura, per questo a seconda della gradazione termica a cui vengono portati sono richiesti sforzi per lavorarli dalle 10 alle 20 volte inferiori. Solitamente le temperature di esercizio nelle quali avvengono tali lavorazioni sono comprese tra i gli 800° e 900°C, quando i manufatti assumono la colorazione rosso-rosso arancio.


Un particolare pressato
 

L’ acciaio di base è una lega composta da ferro e carbonio, quest’ ultimo in percentuali comprese dallo 0,2 al 2%. Al fine poi di dare diverse o migliori caratteristiche a questi elementi principali possono essere aggiunti altri elementi dando vita alla famiglia degli acciai legati. Di seguito una breve carrellata di alcuni elementi aggiuntivi con le relative caratteristiche di idoneità specifica.

Il Cromo (Cr), nella quantità massima di circa il 4% serve per migliorare la durezza e prevenire l’ ossidazione.
Il Tungsteno (W) in quantità sino al 20%, poiché incide nella fase di rinvenimento, ovvero quell’ operazione di riscaldamento in seguito alla quale riducendo minimamente la durezza del manufatto ne aumenta l’ elasticità a discapito della fragilità.
Il Molibdeno (Mo) in misura sino al 10%  che influisce sull’ aumento della durezza della lega.
Il Vanadio (V) abitualmente in proporzioni dal 1 a 5%, per arrivare a punte di 10%, poiché contribuisce alla formazione di carburi molto duri per un’ ottima resistenza all’ abrasione.
Il Cobalto (Co) in aggiunta sino a proporzioni di circa il 16%, che va a migliorare la resistenza al calore, incidendo sulla maggiore durezza del manufatto aumentandone anche la conduttività termica.


Incidenza degli elementi leganti
 

Con la forgiatura si intende produrre particolari sbozzati che verranno poi finiti, portati a dimensioni finali e ripuliti della crosta superficiale, tramite lavorazioni con macchine utensili o altre e più precise lavorazioni di deformazione plastica.


La foratura assiale con punte NUI 11400 ø60 lughezza 550mm e la rimozione della crosta superficiale
 

Questo processo si basa sul passaggio da ferrite (lega di ferro alfa e carbonio) ad austenite (lega di ferro gamma e carbonio). Il grano cristallino metallico austenitico (gamma), sotto l’ effetto della pressione applicata a temperatura elevata, si frattura in più parti; sui confini del grano medesimo col raffreddamento conseguente si avvia la trasformazione in perlite.

La resistenza meccanica del materiale forgiato rispetto al perlitico normale aumenta vuoi per l’ effetto dell’ aumento della superficie su cui si distribuiscono le forze, in quanto il grano è più fine, vuoi perché i grani precipitando, assumono proporzioni ridotte e quindi gli inneschi di rotture, nate dalle differenti grandezze delle masse dei grani, vengono ridotti.

Una variante al processo di forgiatura per pressione è la forgiatura per laminazione. Questo processo permette una significativa riduzione della sezione fino a permettere una tranciatura, ovvero la creazione di una parte cava all’ interno della sezione. Tale procedura viene comunemente chiamata laminazione di anelli.


Un particolare laminato e la laminazione di anelli
 

L’ azienda in pillole

Forgiatura Ticino fonda le sue radici nel lontano 1957. La sua produzione riguarda fucinati grezzi e/o sgrossati con campi d’ utilizzo che spaziano dal chimico, al petrolchimico, passando per il settore manifatturiero così come quello meccanico ed energetico. L’ impegno primario, teso all’ottenimento della piena soddisfazione del cliente è quello di produrre puntando sull’innovazione dei processi produttivi per arrivare al continuo miglioramento della qualità dei prodotti. La società sviluppa un fatturato di circa 1,5 mln di Euro, contando su di un organico di oltre 18 persone, tra officina, fucina ed uffici; caratterizzandosi per un’ organizzazione dinamica nelle diverse fasi produttive e per il servizio offerto con puntualità nelle consegne. Vero punto di forza dell’ organizzazione è la flessibilità, improntata sull’ efficienza produttiva legata anche a piccoli lotti se non addirittura pezzi unici. Il portafoglio di prodotti è dei più ampi includendo: anelli laminati, alberi, cilindri, bussole, dischi, piastre, perni, corpi valvole e pezzi sagomati a disegno, il tutto fornito grezzo e/o sgrossato, trattato termicamente e corredato da certificazione idonea. Vengono inoltre prodotte flange forgiate secondo le varie normative in vigore: B16.5, B16 47B, B S 3293, B S 4504, E N 1092-1, Flange Tema, Anchor Flanges. Per i prodotti fucinati e flange si arriva a trattare particolari sino a 1500 kg, mentre gli anelli possono raggiungere il massimo diametro di 1500 mm ed il peso di 1200 kg. I materiali forgiati partono dai classici acciai al carbonio, per poi passare a quelli da cementazione e bonifica, per arrivare ai più nobili, di forte attualità in questo memento, quali gli inossidabili austenitici resistenti alla corrosione (UREA GRADE) e gli austeno-ferritici (Duplex-Superduplex).


Flange ed anelli pronti per la spedizione
 

La collaborazione con Nui Utensili Europa

Il sig. Amedeo, il nostro ospite intervistato, incontrò Nui durante l’ ultima edizione italiana della Emo tenutasi a Milano nel 2015. In quell’ occasione venne attirato dalla possibilità di Nui di produrre le punte in acciaio super rapido con fori di lubrificazione. In seguito ad un sopralluogo in loco venne realizzata una punta da diametro 50,5 con elica lunga 350 mm da installare sul tornio per una lavorazione in orizzontale della foro assiale di una flangia. Da allora Nui rappresenta il partner strategico su cui appoggiarsi per la realizzazione dei pezzi “unici” vanto della produzione aziendale.


Punta ad attacco cono morse filettato per adduzione del lubrorefrigerante
 

Nui Utensili Europa continua con la produzione e l’ offerta, da catalogo e come speciale, di punte in acciaio super rapido con fori di lubrificazione. Vanta infatti una collaborazione pluridecennale con la società transalpina Forecreu, produttrice leader a livello mondiale di barre forate in elica in M2 (HSS), M35 (HSSCo), M42 (HSSCo8%) ed acciaio da polveri (PM HSS).

Articolo pubblicato mercoledì 13 marzo 2019

La lavorazione degli acciai inossidabili

Gli acciai inossidabili fanno parte degli acciai alto legati e sono acciai caratterizzati da un alto contenuto di Cromo, superiore al 12%, e di altri elementi come il Nickel e il Molibdeno. La principale caratteristica di tali acciai è l'auto passivazione, cioè il coprirsi di uno strato di ossidi invisibili che protegge il metallo dalla corrosione.

Le caratteristiche degli acciai inossidabili, ormai indispensabili in una ampia varietà di applicazioni industriali, li rendono molto difficili da lavorare perché:

  • sono cattivi conduttori di calore e quindi inducono lo sviluppo di un'elevata temperatura in prossimità del tagliente;
  • hanno un'elevata capacità di deformarsi plasticamente prima della rottura (tenacità);
  • tendono a indurirsi superficialmente in fase di produzione del truciolo;
  • possono dare luogo al cosiddetto "tagliente di riporto" quando il materiale si incolla all'utensile.

È necessario pertanto scegliere utensili specifici per queste tipologie di materiali per evitare problematiche durante il processo produttivo.

Per forare noi vi consigliamo la punta 10102 in HSS-Co5 (M35) con rivestimento TiN (Nitruro di Titanio). Il cobalto garantisce una elevata resistenza al calore e il rivestimento TiN un minore attrito. Disponibile anche nella versione lucida.

punta foratura drill hss cobalto nui utensili europa cutting tools

Nel caso di produzioni di grandi serie consigliamo la punta 15130 in metallo duro con lubrificazione interna che, accoppiata alla spoglia rastremata, al bordino ristretto e alle gole lappate genera minore attrito e facilita l'evacuazione del truciolo.

punta foratura drill hss cobalto nui utensili europa cutting tools metallo duro lubrificazione interna internal cooling

Nel caso invece si debbano operare delle filettature la scelta più opportuna sono i maschi ad anello blu 13700 per fori passanti e 13702 per fori ciechi. La finitura vaporizzata migliora lo scorrimento del truciolo e l'HSS ad alto tenore di colbalto permette un'alta resistenza al calore; nella versione elicoidale inoltre, la rastrematura posteriore evita la "tallonatura" della parte finale del tratto filettato dovuta all'elasticità intrinseca di questi materiali.

maschi a macchina elica anello blu nui utensili europa filettatura cutting tools threading

maschi a macchina elica anello blu nui utensili europa filettatura cutting tools threading

Articolo pubblicato giovedì 14 febbraio 2019

L’importanza dell’affilatura nella foratura

Nelle operazioni di foratura è importante conoscere le affilature più adatte alle tipologie di lavorazione che intendiamo intraprendere. Questo consente di migliorare i parametri operativi ottimizzando il processo produttivo a partire dalla fase di scelta dell’utensile.
Nelle punte il tagliente trasversale, che connette i due taglienti principali, non taglia ma rifolla il materiale indirizzandolo verso i taglienti iniziando così la formazione del truciolo. Il tagliente trasversale consuma il 70% della spinta necessaria alla foratura. Lo standard DIN 1412 definisce alcune delle geometrie più usate nella foratura in questo articolo analizzeremo i profili A, B e C.

Il profilo DIN 1412 A prevede un tagliente trasversale ridotto. Riducendo il tagliente si ottengono diversi effetti: si riduce la pressione sul nucleo e si riduce la spinta necessaria alla foratura migliorando al contempo il centraggio. Le nostre punte lunghe sono caratterizzate da questa tipo di affilatura come ad esempio la serie extra lunga 10361 DIN 1869/3 10XD.

 forma a nui utensili europa truciolo asportazione taglio metalli foratura forare punta

punta foratura forare forma a nui utensili europa utensili taglio metalli

Il profilo DIN 1412 B prevede, oltre al tagliente trasversale ridotto, una correzione dei due taglienti principali migliorando l’angolo di elica in corrispondenza del tagliente trasversale stesso, rendendo questa affilatura adatta sia per le forature profonde, dato che facilita l’evacuazione del truciolo, sia per le lavorazioni gravose. La serie corta al cobalto 10130 DIN 335 5XD della NUI Europa è caratterizzata da questo profilo. È disponibile anche nella versione con rivestimento TiN.

forma b nui utensili europa truciolo asportazione taglio metalli foratura forare punta

punta foratura forare forma b nui utensili europa utensili taglio metalli

Il profilo DIN 1412 C o affilatura a croce prevede che il tagliente trasversale sia totalmente eliminato  e ridotto ad un punto. Questo consente di avere un ottimo centraggio. Questa affilatura si utilizza su materiali particolarmente tenaci e su punte caratterizzate da un nucleo molto robusto come nel caso delle punte in metallo duro della serie corta 15110 della proposte da NUI Europa.

forma c nui utensili europa truciolo asportazione taglio metalli foratura forare punta

forma c nui utensili europa truciolo asportazione taglio metalli foratura forare punta

Siamo in grado di affilare e realizzare utensili per le più svariate esigenze produttive.

CONTATTACI

Articolo pubblicato giovedì 10 gennaio 2019

AZIENDA

Nui Utensili Europa offre al mercato italiano ed estero un’ampia gamma di utensili da taglio per tutte le lavorazioni dei metalli, con alta possibilità di personalizzazione e servizi efficienti.

SCOPRI DI PIù

SERVIZI

Oltre a efficienza e rapidità, Nui Utensili Europa offre competenza e capacità produttiva con elevati livelli di personalizzazione, realizzando utensili a disegno per le diverse esigenze specifiche.

SCOPRI DI PIù

PRODOTTI

Una gamma di utensili industriali per il taglio dei metalli in grado di garantire qualità, sicurezza e prestazioni nelle lavorazioni di foratura, filettatura/maschiatura, alesatura e fresatura.

SCOPRI DI PIù